mercoledì il libro di Frèdéric Chaussoy, sabato Nonsolomamma

Ecco due appuntamenti a cui teniamo particolarmente, nati entrambi da incontri con persone particolari.

Mercoledì proponiamo una riflessione sul tema dell’eutanasia e del testamento biologico, a partire dal caso francese di Vincent Humbert, passando per quello italiano di Piergiorgio Welby.

Sabato svisceriamo con Claudia De Lillo e Lucia Manassi l’equilibrismo quotidiano fra bambini, lavoro, casa e affetti in un incontro che tramavamo da mesi…

Mercoledì 11 marzo alle 18 in libreria
presentazione del libro di Frèdéric Chaussoy
Non sono un assassino (inEdition editrice)

Con interventi di: Paolo Vegetti, della direzione nazionale di LiberaUscita, Christiane Krzyzyk, traduttrice del libro, Rino Tripodi, direttore di LucidaMente, Guido Armellini, della chiesa metodista di Bologna.

“All’inizio non succede niente. Il silenzio sostituisce poco per volta il rumore lieve macchina che ho appena staccata. I parametri luminosi hanno cessato di lampeggiare sul monitor. […] Alle 10 e 47 il cuore cessa di battere”.

Il cuore è quello del giovane Vincent Humbert, da tre anni legato ai macchinari dopo uno scontro con un camion. Divenuto tetraplegico, muto e quasi cieco, Vincent con l’aiuto del pollice riesce a dettare una supplica al presidente Chirac — “Le chiedo il diritto di morire” — che commuoverà la Francia. Questo libro è la drammatica autodifesa di Frédéric Chaussoy, il medico responsabile del servizio rianimazione dell’Ospedale eliomarino di Berck-sur-Mer, che insieme alla madre di Vincent ha accolto le invocazioni del giovane. Incriminati per omicidio, entrambi, dopo più di due anni, verranno prosciolti dal giudice istruttore per aver agito per motivi di particolare valore umano e sociale.

“Parliamo, allora, della morte e dell’agonia. Guardiamole in faccia e chiediamoci come renderle più dolci, visto che sono inevitabili. Poniamo il paziente al centro di questo dibattito e vediamo che cosa sia meglio per lui. Nessun medico ama lasciar vincere la morte. Ma quando vince, per quale ragione non toglierle un po’ della sua crudeltà, se rientra nel nostro potere?”

Sabato 14 marzo alle 11,30 in libreria
Lucia Manassi, giornalista radiofonica (Radio Città del Capo Popolare Network), e bimamma
converserà con
Claudia de Lillo, giornalista, bimamma e autrice di Nonsolomamma (edizioni Tea).
Il libro nasce dall’omonimo blog dell’autrice www.nonsolomamma.com e racconta un anno della sua vita: è una mamma (elastigirl) che come tante di noi si divide tra lavoro (è una giornalista finanziaria), due bimbi (gli hobbit), un marito (Mister Incredible, marito part time, perché lavora a Londra per metà settimana).
Il racconto è esilarante e ci offre osservazioni acute sulla frenesia e l’assurdità delle situazioni quotidiane ben note a molti genitori.

Nonsolomamma ha vinto i Blog Awards 2007 nella categoria “intrattenimento”. È quasi sempre tra i primi cinque blog di intrattenimento più visti nella classifica di shinystat e sempre nelle prime dieci posizioni. Riceve una media di oltre 2.000 viste al giorno.

All’incontro seguirà un aperitivo per grandi e piccini.

One thought on “mercoledì il libro di Frèdéric Chaussoy, sabato Nonsolomamma

  1. Carissime, l’incontro di mercoledì è molto interessante, peccato non abbiate previsto la presenza di una voce almeno parzialmente dissenziente rispetto alle posizioni radicalmente pro eutanasia dei relatori. Forse l’argomento lo meritava.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *