venerdì 4 sabato 5 e martedì 8 maggio poesia illustrata, noir urbano e Tunisia qui a Trame

Dopo le brevi pause delle festività civili riprendono i nostri incontri.
Talmente vari da essere adatti ad ogni umore.
Vi aspettiamo.
Quelle di Trame.

Venerdì 4 maggio alle 18
in libreria
presentazione del libro “C’era una voce” (edizioni Topipittori), un albo per bambini (e non solo) scritto da Alessandra Berardi e illustrato da Alessandro Gottardo (più conosciuto col nome d’arte di Shout).
Alessandra Berardi sarà presentata da Deanna Belluti.
All’incontro segue un aperitivo.

Sabato 5 maggio alle 11,30 in libreria aperitivo letterario per la presentazione del libro “Città contro” di Alessandro Bastasi (Eclissi Editrice 2011). L’autore ne parlerà con Cristina Orlandi.

Martedì 8 maggio alle 18
in libreria
presentazione del libro “70 chilometri dall’Italia Tunisia 2011: la rivolta del Gelsomino” di Mehdi Tekaya – Global Voices Online a cura di Maria Cecilia Averame e Bernardo Parrella (edizioni Stampa Alternativa)
Saranno presenti Bernardo Parrella, Maria Cecilia Averame, coordina il giornalista Carlo Gubitosa.
All’incontro segue un aperitivo.

Venerdì 4 maggio alle 18
in libreria
presentazione del libro “C’era una voce” (edizioni Topipittori), un albo per bambini (e non solo) scritto da Alessandra Berardi e illustrato da Alessandro Gottardo (più conosciuto col nome d’arte di Shout).
Con Alessandra Berardi, l’autrice del testo, dialoga Deanna Belluti.
All’incontro segue un aperitivo.

Il racconto in versi narra di una vivace creazione del mondo, e vuol essere un inno alla creatività e alla poesia.
Alessandra Berardi, poetessa e umorista, è anche autrice per il programma “L’albero azzurro”.
Alessandro Gottardo, giovane ma già notissimo illustratore, che con i suoi disegni raffinati illustra gli articoli delle maggiori testate mondiali (da Le Monde al Newyorker), ha corredato il libro di tavole dal sapore lirico e filosofico, che dialogano col testo in modo affascinante.
L’editore milanese Topipittori ha saputo guadagnarsi un posto di primo piano nel panorama della letteratura per bambini unendo nei suoi libri originali personalità della poesia e dell’illustrazione.
Deanna Belluti è interprete-traduttrice e appassionata lettrice di libri per ragazzi.

Sabato 5 maggio alle 11,30 alla libreria Trame in via Goito 3/C a Bologna presentazione del libro “Città contro” di Alessandro Bastasi (Eclissi Editrice 2011). L’autore ne parlerà con Cristina Orlandi. All’incontro segue un aperitivo.

Un campo di immigrati, gestito da un’organizzazione religiosa sospettata di favorire il reato di clandestinità, è oggetto delle mire di imprenditori senza scrupoli, di racket criminali e di torbidi interessi politici. In questo scenario si consuma un duplice delitto. L’intolleranza, a lungo repressa, esplode. I nuovi arrivati diventano una minaccia da allontanare subito, prima che sia troppo tardi. La città si divide, una conflittualità latente si insinua tra gli stessi immigrati. Persino tra la procura e la polizia giudiziaria cresce l’erba maligna della contrapposizione ideologica. Attorno ai due delitti si intrecciano rapporti umani e sentimenti, destini già scritti e scelte di vita.

Alessandro Bastasi è nato a Treviso il 21 ottobre 1949. Laureato in fisica all’università di Padova, attualmente vive a Milano e lavora come amministratore delegato di una società nel settore ICT. Nella vita ha fatto l’attore e il cronista teatrale: negli anni giovanili ha lavorato con Gino Cavalieri, sulle scene del Teatro Ridotto di Venezia. Ha fatto in seguito teatro classico e contemporaneo. E’ stato inoltre autore di articoli teatrali per varie riviste del settore (Sipario, La Ribalta). Nel 1994 ha scritto il saggio “I mezzi di comunicazione di massa: antitrust e pluralismo” per il movimento Italia Democratica. Ha pubblicato il romanzo “La fossa comune” (2008, Zerounoundici Edizioni). Nel 2009 il suo racconto “Cybernauti” è stato incluso nell’antologia “Amore 2.0 – amori liquidi e ipertecnologici” edita da Edizioni 9Muse, e i racconti “L’uomo del piano di sopra” e “Senza nome” nell’antologia “Bassa marea” edita da Historica Edizioni.

Cristina Orlandi è lettrice appassionata e scrittrice.

Martedì 8 maggio alle 18
in libreria
presentazione del libro “70 chilometri dall’Italia Tunisia 2011: la rivolta del Gelsomino” di Mehdi Tekaya – Global Voices Online a cura di Maria Cecilia Averame e Bernardo Parrella (edizioni Stampa Alternativa)
Saranno presenti Bernardo Parrella, Maria Cecilia Averame, presenta il giornalista Carlo Gubitosa.
All’incontro segue un aperitivo

La rivolta del gelsomino è un movimento di protesta nato nelle piazze tunisine, continuato in rete, nei blog, nei tweet, e raccontato al mondo occidentale, sia pure in maniera discontinua. I media tradizionali hanno avuto difficoltà a prendere possesso di una notizia che stava incendiando anche gli altri Paesi delle coste dell’Africa mediterranea e che si sviluppava loro malgrado nei racconti on-line.
Questo libro nasce in quelle piazze, tra quelle voci diffuse in rete e sui social network, tradotte in italiano da Global Voices, diventate prima e-book e oggi stampate su carta. I momenti della rivolta, il caos degli scontri, la caduta di Ben Ali, le luci e le ombre del governo transitorio, la gioia e la fierezza del primo voto libero: sono gli stessi giovani tunisini a raccontarli dal loro punto di vista, giorno per giorno.

Maria Cecilia Averame è responsabile editoriale e co-fondatore della casa editrice digitale Quintadicopertina. Coordina il progetto di editoria sociale digitale Ping the world di narrativa migrante, citizen media e informazione dal mondo, fondato e promosso assieme a Voci Globali e ad altre associazioni impegnate nella tutela dei diritti umani e della libertà di informazione.

Bernardo Parrella è un giornalista freelance, traduttore e attivista su temi legati a media e culture digitali. Collabora dagli Stati Uniti con varie testate, tra cui Wired e La Stampa online. È membro della Fondazione Ahref e coordinatore di Global Voices in italiano

Leave a Reply