NEWSLETTER dei tanti titoli e dell’artista residente e del Morozzi all’aperto.

Estate pervenuta, coi suoi pregi e difetti, in questa afa da clima continentale.
La libreria ha rinnovato il suo gestionale, e l’archivio, arrivando a un numero mostruoso di referenze.
Un milione ottocentosettantaduemila ottocento trentotto di titoli in archivio, 1872838 in numeri.

Per offrire un servizio di ricerche bilbliografiche sempre più efficace, e anche per vantarsi un po’… 😉


|n libreria resta obbligatorio l’uso della mascherina, e l’ingresso a scaglioni, è un piccolo sforzo che ci mette tutti in sicurezza!

Prossima settimana lunedì 6 luglio orario ridotto dalle 9,30 alle 15. Giovedì 9 dalle 9,30 alle 16,30. Gli altri giorni dalle 9,30 alle 19,30.

Venerdì 3 luglio dalle 16 alle 19
Francesca Mazzucato in libreria per PEZZETTINI la mostra di Collage Analogici con un tavolino tutto per sé e la possibilità di vedere, per chi passerà, come nasce uno dei suoi mosaici!

MATERIALI: ogni pezzo di ogni collage ha una storia, un significato ed è stato scelto con estrema cura.
Utilizzo molti spartiti, carta antica, o che lavoro utilizzando te o caffè. Non è una tecnica facile, la sto ancora perfezionando.
I ritagli orientali mi arrivano direttamente dal Giappone. Hana, che ho conosciuto su Instagram, (@panrora.87) mette in vendita regolarmente album, disegni, etichette, quaderni, immagini giapponesi spesso degli anni Trenta e Quaranta. I collage hanno dei tempi, almeno i miei. Per ricevere le cose di Hana so che devo aspettare almeno due mesi e spesso vorrei invece averli subito davanti per cominciare. Invece l’attesa fa parte del meccanismo creativo. Solo dopo posso cominciare a lavorare. Se osservate con attenzione i collage esposti qui, le tracce orientali provengono tutte dalle collezioni di Hana.
In molti collage trovate un quaderno di appunti ( spesso mi vengono chiesti su commissione e nei quaderni scrivo brevi storie), o trovate pezzi di miei appunti presi in interminabili soste nelle città che visito con più frequenza, Banja Luka, Zurigo, Marsiglia, Parigi. Ho ritagliato i miei appunti e sono diventati parti di altre storie.

Domenica 5 luglio alle 19 

al Fun Cool Oh in via Belvedere 2/A a Bologna 

Gianluca Morozzi presenta Romano De Marco e il nuovissimo “Il cacciatore di anime” (Piemme).


Bookshop in collaborazione con Trame.



Angelo Crespi è uno dei maggiori esperti italiani di serial killer. Ne ha catturati tre, grazie alla capacità di entrare nelle loro menti e anticiparne le azioni criminali. La sua è stata una carriera straordinaria, fino a quel giorno maledetto. Il giorno in cui ha dovuto pagare un prezzo troppo alto per chiunque. Quando il dolore è impossibile da sopportare, l’unica alternativa al suicidio è scomparire dalla faccia della terra. Addio al lavoro, ai legami, persino alla propria identità. Con un nuovo nome, da oltre vent’anni, Crespi vive un’esistenza diversa, cercando di venire a patti con i fantasmi del passato. Ha trovato rifugio in un paese defilato, avvolto nella placida atmosfera delle colline toscane, in provincia di Pisa. Peccioli sembra la meta ideale per il suo buen retiro, fino a quando anche in quel luogo ameno qualcuno inizia a uccidere. Delitti rituali, spietati, legati al patrimonio artistico cittadino. L’uomo chiamato a indagare è il capitano Mauro Rambaldi del reparto operativo dei Carabinieri. Un uomo d’azione, pragmatico, un investigatore di talento. Ma quando la sua indagine si rivela più complessa del previsto, Rambaldi non può fare a meno di chiedere a Crespi di gettarsi ancora una volta nella mischia per aiutarlo a catturare l’assassino. Per il cacciatore di anime, dunque, si profila una nuova sfida… e stavolta potrebbe essere l’ultima.


NEWSLETTER a cavallo fra giugno e luglio (con artista residente i venerdì 3 e 17 luglio)

Eccoci in estate, questa settimana gli orari saranno i seguenti:

lunedì e giovedì dalle 9,30 alle 16,30

Martedì, venerdì e sabato dalle 9,30 alle 19,30

Mercoledì la libreria aprirà alle 14,30, la mattina la vostra libraia deve dare l’esame di Pronto Soccorso…

Dopo sarete davvero in sicurezza!

Per ordini di letture estive usate pure questo indirizzo mail

Martedì 23 giugno alle 21
al Cortile Cava delle Arti in via Cavazzoni 2/g a Bologna
per i Martedì dAlle donne
Laura Gramuglia presenta “Rocket girls. Storie di ragazze che hanno alzato la voce” (Fabbri).

Le donne nella storia della musica non sono poche, sono poche quelle di cui ci si ricorda. Una manciata di nomi di solito, artiste che hanno scalato montagne e compiuto vere e proprie rivoluzioni. Accanto a loro però hanno combattuto eserciti le cui storie premono per essere raccontate.

Bookshop in collaborazione con Trame

Il martedì dAlle donne è una rassegna curata da Alessandra Cortesi e Tania Passarini. Il progetto di Fraternal Compagnia è un’offerta che nasce dalla sensibilità femminile per arrivare alla comunità. Raccogliendo un ventaglio di proposte vario, attraverso narrazioni spontanee ed autentiche o più articolate e spettacolari, si vuole creare un’occasione di incontro e di scambio che possa diventare stabile nel tempo. Una proposta che si articola tra riflessione ed intrattenimento per una percezione del femminile più consapevole e rinnovata.

Per prenotazioni 349 29 70 142

Continua PEZZETTINI la mostra di Collage Analogici di Francesca Mazzucato (frances-lou)
Francesca sarà con noi a Trame venerdì 3 e venerdì 17 luglio dalle 16 in poi lavorando a nuovi collage…

MATERIALI
Ogni pezzo di ogni collage ha una storia, un significato ed è stato scelto con estrema cura.
Utilizzo molti spartiti, carta antica, o che lavoro utilizzando te o caffè. Non è una tecnica facile, la sto ancora perfezionando.
I ritagli orientali mi arrivano direttamente dal Giappone. Hana, che ho conosciuto su Instagram, (@panrora.87) mette in vendita regolarmente album, disegni, etichette, quaderni, immagini giapponesi spesso degli anni Trenta e Quaranta. I collage hanno dei tempi, almeno i miei. Per ricevere le cose di Hana so che devo aspettare almeno due mesi e spesso vorrei invece averli subito davanti per cominciare. Invece l’attesa fa parte del meccanismo creativo. Solo dopo posso cominciare a lavorare. Se osservate con attenzione i collage esposti qui, le tracce orientali provengono tutte dalle collezioni di Hana.
In molti collage trovate un quaderno di appunti ( spesso mi vengono chiesti su commissione e nei quaderni scrivo brevi storie), o trovate pezzi di miei appunti presi in interminabili soste nelle città che visito con più frequenza, Banja Luka, Zurigo, Marsiglia, Parigi. Ho ritagliato i miei appunti e sono diventati parti di altre storie.