NEWSLETTER dal 24 al 26 settembre

Ecco gli incontri dal 24 settembre al 26 settembre.
Qui in libreria con gli aforismi di Graziella Poluzzi e il nuovo romanzo di Bruno Osimo, in giro sull’Appennino con Libreschi.
Vi aspettiamo. Buona settimana.
Quelle di Trame.
 
 
Mercoledì 24 settembre alle 18 in libreria
presentazione aperitivo del libro di Graziella Poluzzi “Sinapsi in strass. Eruzione di Aforismi in odore d’Ironia” (Zona Editore)
L’autrice ne parlerà con Milvia Comastri.  Accompagnamento al violino della giovanissima Daniela Lenzi.
Giovedì 25 settembre alle 20 
presso la Locanda ”A Casa dalla Ross” in via Gardeletta 77 a Marzabotto
proseguono gli incontri di Libreschi.
Venerdì 26 settembre alle 18 in libreria
presentazione aperitivo dell’ultimo libro di Bruno Osimo “Disperato erotico fox” (Marcos & Marcos editore).
L’autore ne parlerà con Sandra Biondo e Angela Catrani.
 
Mercoledì 24 settembre alle 18 in libreria
presentazione aperitivo del libro di Graziella Poluzzi “Sinapsi in strass. Eruzione di Aforismi in odore d’Ironia” (Zona Editore)
L’autrice ne parlerà con Milvia Comastri. Accompagnamento al violino della giovanissima Daniela Lenzi.
Il libro è una raccolta di aforismi raggruppati per tema e offre riflessioni serie, immerse in una piacevole vena umoristica.
L’aforisma è un elogio della sintesi mentale, offre il massimo con un minimo di parole, ruba poco tempo al lettore (e si sa che il tempo è la cosa più preziosa che abbiamo).
“Sinapsi in strass” è una voce amica che ti acchiappa e rilassa nei momenti di svago, ti consola e distrae in una fase di tristezza, solitudine, abulia, ti solleva e ristora al primo incontro, ed è piacevole da risentire di tanto in tanto.
Il disegno della copertina è di Andrea Bersani.
All’interno alcuni disegni di Stefano Lenzi, in linea con lo spirito della raccolta.
Graziella Poluzzi è autrice ironica di aforismi, racconti, poesie, articoli, favole e teatro comico.
Dal 1995 al 2003 ha ideato e prodotto una fanzine d’umorismo nero “Macabrina” con vari autori e vignettisti, presente alla Biblioteca del Centro Documentazione Donne e alla Sala Borsa di Bologna; ha collaborato col mensile “L’Informatore” della Feniof (Ass. Naz. Pompe Funebri) (spazio umoristico dal 1998 al 2000) e con il Transilvania Kafé.
Compare in varie antologie. Ha pubblicato una raccolta poetica, ironica: “Poesie Fiabesche con Principi improbabili e Cenerentole rivisitate” (Joker 2006)  e la favola “Via Lattea” edita online con Narcissus.me (marzo 2013).
Ha collaborato alle riviste Cortocircuito (Joker), e Odissea (Nuove Scritture-MI), ora Odisseaweb, e altre.
Ha fatto parte del Gruppo ’98 Poesia fino al 2011, è presente nell’antologia “Trame di parole” (Trame 2010).
Ha uno spazio aperto all’umorismo: www.women.it/umorismo/
Nel 2005 ha partecipato al PinkPoetry Slam Teatro a Cavriago al Circolo Calamita, curato da Daniela Rossi, evento aperto alle poete e comiche.
Milvia Comastri è nata e vive a Bologna. Nel 2005 ha pubblicato la raccolta di racconti “Donne, ricette, ritorni e abbandoni” (Pendragon). Segue “Colazione con i Modena City Ramblers” (Historica 2012). Uscita a luglio 2014 la raccolta di racconti “Squilibri”, prima pubblicazione in formato e-book (Antonio Tombolini editore, collana Officina Marziani). Suoi racconti e poesie si possono trovare su riviste cartacee e in rete.
Nel 2013 Elliot ha pubblicato l’antologia “Nessuna più”, che raccoglie 38 storie di femminicidi e che comprende anche un suo racconto.
Giovedì 25 settembre alle 20 
presso la Locanda ”A Casa dalla Ross” in via Gardeletta 77 a Marzabotto
proseguono gli incontri di Libreschi.
LIBRESCHI è un esperimento che unisce il gusto del buon vino al piacere della narrativa.
Attraverso un percorso di accostamenti eno-letterari, i nostri ospiti scopriranno come vini e romanzi si esaltino a vicenda, fondendosi in un’esperienza sensoriale unica.
Presso l’ospitalissima e genuina Locanda “A Casa dalla Ross”, Canto 31 presenta una serata dove potrete divertirvi a degustare quattro diversi abbinamenti, tra alcuni vini del produttore Orsi – Vigneto San Vito e le incursioni letterarie di vari autori contemporanei italiani, ascoltando brevi letture dai libri proposti.
Per questo LIBRESCHI “APPENNINICO” abbiamo abbinato ai quattro vini i romanzi di Serena Scandellari, Roberto Carboni, Stefano Bonazzi e Gianluca Morozzi.
C’E’ FECCIA E FECCIA…. “Sui lieviti“ IGT Pignoletto 2012  & L’anima al diavolo di Serena Scandellari
BOLOGNESE D.O.C. “Vigna del Grotto” DOC Pignoletto Classico 2012 & Il dentista di Roberto Carboni
LA BOTTIGLIA DEL NONNO “Martignone” DOC Colli Bolognesi Barbera 2011 & A bocca chiusa di Stefano Bonazzi
UNO DI VOI MORIRA’…PROSIT “Pro.Vino” DOC Colli Bolognesi Rosso Bologna 2010 & Radiomorte di Gianluca Morozzi
Degustazioni letterarie a cura degli autori.
Al termine dell’evento sarà possibile acquistare i romanzi autografati dagli autori presenti e i vini degustati.
Bookcorner in collaborazione con la nostra libreria.
INGRESSO 15 € – PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA – 388/6598203  051/6775386  335/6688808  info@canto31.it
Venerdì 26 settembre alle 18 in libreria
presentazione aperitivo dell’ultimo libro di Bruno Osimo “Disperato erotico fox” (Marcos & Marcos editore).
L’autore ne parlerà con Sandra Biondo e Angela Catrani.
“Disperato erotico fox”, terzo romanzo di Bruno Osimo per Marcos & Marcos, è un omaggio al genio poetico di Lucio Dalla. Qualcuno lo capirà dal titolo del libro e dei singoli capitoli. I quali, in omaggio al genio in tutte le sue forme, sono ordinati usando solo numeri primi.
Arturo è un professore di lettere di mezza età e abita a Genova. E’ sposato e ha una vita tutto sommato normale, finché sua moglie non gli rivela il tradimento e pretende il divorzio. Inizia un periodo difficile per Arturo, che cerca di non lasciarsi trascinare nel gorgo di una apatia depressiva. Grazie all’aiuto di un’amica, riesce a scappare da Genova e si rifugia in campagna, in affitto.
In mezzo alla natura e circondato da persone affettuose, ritrova l’armonia e l’amore.
Osimo ha un modo delicatissimo di raccontarci la vita di tutti i giorni, le persone comuni e le situazioni anche banali in cui tutti noi ci veniamo a trovare; e lo fa con grazia ed empatia. Emma e Teresa, le due coprotagoniste del libro sono madre e figlia, l’una giovanissima e alle prese con le prime passioni amorose e i primi timidi approcci sensuali, l’altra una signora di mezza età, ormai rassegnata a non permettersi più una passione amorosa.
Una particolarità di questo libro, insieme a un uso della lingua italiana inusuale ed efficacissimo, è il manuale di ballo liscio che percorre tutta la storia attraverso le note, che apparentemente sembrano raccontare un altro libro: nella parte conclusiva ci si rende conto che quello che abbiamo appena letto non è altro che un corteggiamento sotto forma di danza.
Bruno Osimo è nato a Milano e ha cominciato a orientarsi nella vita quando ha finalmente scoperto che la lingua parlata da sua madre – e spacciata per italiano corrente – era in realtà mammese, o tamponico, una lingua che non descrive la realtà come appare, ma come apparirebbe se non facesse paura. Questa scoperta gli ha spalancato le porte della traduzione, che gradualmente è diventata per lui, da strategia di sopravvivenza, una vera professione. Ora traduce dall’inglese e dal russo, insegna traduzione, pubblica manuali sulla traduzione e studia l’ebraico perché è la lingua dei nonni dei nonni dei suoi nonni. Bruno Osimo va a correre all’alba, poi si ferma a scrivere al Bar Atlantic, ma le affinità con Adàm, precario della vita e dell’amore, e protagonista del suo secondo romanzo, si fermano qui. Della sua storia privata e deprivata parla a lungo nel Dizionario affettivo della lingua ebraica. In Disperato erotico fox, invece, fa volare la fantasia sull’onda di una danza.
Sandra Biondo è nata e vive a Bologna, anche se ha lasciato una fetta di cuore in Brasile. Per sopravvivere insegna portoghese e traduce libri. Per divertirsi legge, divora telefilm polizieschi e frequenta “cattive compagnie” quali ascoltatori del Ruggito del Coniglio, gruppi d’acquisto solidali, lettori compulsivi e nerd incontrati in rete. Ha già più di mezzo secolo alle spalle ma si sta organizzando per vivere almeno cent’anni, per cui afferma spudoratamente di essere ancora “nel mezzo del cammin”.
Angela Catrani vive a Bologna e si occupa di libri da quando aveva sei anni. Alla classica domanda su quale lavoro avrebbe fatto da grande rispose che avrebbe lavorato con i libri. Tutti pensarono al mestiere (meraviglioso) di libraia, solo sua madre pensò al mestiere di editor e in un qualche modo, con qualche parentesi per mettere al mondo due figli, a fare l’editor Angela ci è arrivata. Lavora per la Cooperativa sociale Il Mosaico, che tra le altre sue attività produce libri per bambini per conto di Bacchilega editore di Imola.

 

newsletter del grande rientro dall’8 al 20 settembre 2014

Siamo di nuovo operative, le letture estive sono state ricche e stimolanti, e stanno uscendo moltissime novità interessanti.
Inoltre ricominciamo con gli incontri, spaziando con collaborazioni in trasferta, incontri su progetti educativi, due presentazioni di libri che parlano di giovanissimi antieroi, per finire con la ripresa degli incontri del nostro gruppo di lettura, che è aperto a tutt*.

Vi aspettiamo augurandovi una ripresa serena.
Quelle di Trame.

Lunedì 8 settembre alle ore 20,30
presso Casadeipensieri2014 “Cultura presente, cultura futuro”
alla Libreria della Festa dell’Unita’ Nazionale e di Bologna al Parco Nord
incontro sul tema “Narratori a Bologna. Le storie, la Storia”
Saranno presenti Alberto Bertoni, Patrick Fogli, Marcello Fois, Giampiero Rigosi, Alessandra Sarchi, Stefano Tura, Grazia Verasani, Simona Vinci.
Con un intervento video di Gianmario Anselmi.
Coordina l’incontro Nicoletta Maldini di Trame.

Giovedì 11 settembre alle 19,30
presso il centro Costarena in via Azzogardino 48 a Bologna
proseguono gli incontri con LIBRESCHI, progetto che unisce il gusto del buon vino al piacere della narrativa.

Martedì 16 settembre alle 18 in libreria
presentazione aperitivo dei progetti Italiano insieme e Migrù.
Ne parleranno Francesca Bertolani e Valerio Zangarini.
Durante l’incontro letture di brani tratti da Hikmet e Pessoa e di un testo di Monica Barni, linguista.

Venerdì 19 settembre alle 18 in libreria
presentazione del libro di Iacopo Barison “Stalin + Bianca” (edizioni Tunué).
L’autore ne parlerà con Gianluca Morozzi.

Sabato 20 settembre alle 12 in libreria
presentazione aperitivo del libro di Paolo Marino “Strategie per arredare il vuoto” (Mondadori).
L’autore ne parlerà con Renato Barilli.

Inoltre sempre sabato 20 settembre alle 14,30
riprendono gli incontri del gruppo “Letture sul sofà”
Il primo libro della nuova stagione è “I Middlestein” di Jami Attenberg uscito lo scorso giugno per Giuntina.

Lunedì 8 settembre alle ore 20,30
presso Casadeipensieri2014 “Cultura presente, cultura futuro”
alla Libreria della Festa dell’Unita’ Nazionale e di Bologna al Parco Nord
incontro sul tema “Narratori a Bologna. Le storie, la Storia”
Saranno presenti Alberto Bertoni, Patrick Fogli, Marcello Fois, Giampiero Rigosi, Alessandra Sarchi, Stefano Tura, Grazia Verasani, Simona Vinci. Con un intervento video di Gianmario Anselmi.
Coordina l’incontro Nicoletta Maldini della Libreria Trame.

Giovedì 11 settembre alle 19,30
presso il centro Costarena in via Azzogardino 48 a Bologna
proseguono gli incontri con LIBRESCHI, progetto che unisce il gusto del buon vino al piacere della narrativa.
Attraverso un percorso di accostamenti eno-letterari, i nostri ospiti scopriranno come vini e romanzi si esaltino a vicenda, fondendosi in un’esperienza sensoriale unica.
In questo nuovo appuntamento al centro CostArena, Canto 31 presenta una serata dove potrete divertirvi a degustare quattro diversi abbinamenti, tra i vini scelti da Luciano e le incursioni letterarie di vari autori contemporanei italiani, ascoltando brevi letture dai libri proposti.
Per questo LIBRESCHI abbiamo abbinato ai quattro vini proposti in degustazione i romanzi di Amneris Di Cesare, Zap & Ida, Lorena Lusetti e Alen Grana.
Ecco gli abbinamenti della serata:
FRIZZANTE E’ L’AMOR?!?
“Rive della Chiesa” prosecco Extra Dry Treviso DOC di Rive della Chiesa & “Mira dritto al cuore” di Amneris Di Cesare
GIALLO, ALLEGRO…MA NON TROPPO
Pinot Bianco Colli di Imola DOC di Merlotta & “Passi” di Zap & Ida
QUESTIONI DI TERROIR
Cabernet Sauvignon Colli di Imola DOC di Merlotta & “Terra alla terra” di Lorena Lusetti
LIBERTA’
Alteno del Gottuccio di Sandiliano & “I signori delle balene” di Alen Grana

Al termine dell’evento sarà possibile acquistare i romanzi autografati dagli autori presenti e i vini degustati.
Bookcorner in collaborazione con la libreria Trame.
Costo della serata con quattro degustazioni 15 €
Info e prenotazioni: 347/0136000 – 338/1431367 – 339/3170728 – info@canto31.it
La prenotazione è obbligatoria.

Martedì 16 settembre alle 18 in libreria
presentazione aperitivo dei progetti Italiano insieme e Migrù.
Ne parleranno Francesca Bertolani e Valerio Zangarini.
Durante l’incontro letture di brani tratti da Hikmet e Pessoa e di un testo di Monica Barni, linguista.

Italiano Insieme e Migrù promuovono la conoscenza della lingua italiana per gli stranieri come canale privilegiato per veicolare i valori culturali e sociali della terra di accoglienza: curano l’apprendimento linguistico, in base alle attitudini ed esigenze personali e lavorative degli studenti, favorendo l’incontro fra persone di culture diverse.

Italiano Insieme è nato nell’estate 2013 a seguito della vincita di un bando regionale per un contributo in consulenza.
Il gruppo di docenti, composto da tre ragazze con certificazione post-laurea DITALS II, ha insegnato a studenti di diversissime provenienze e livelli linguistici, prevalentemente lavoratori di RyanAir. Inoltre è in essere un ciclo di letture, intitolato Cercando l’Altrove, sul tema del viaggio, che si muove attraverso diversi luoghi di Bologna alla scoperta delle lingue e letterature regionali italiane e nell’accoglienza delle lingue e letterature straniere (brani stranieri sono sempre letti in lingua originale e traduzione).

Migrù è nata nel gennaio del 2014, l’associazione ha già avuto modo di operare in diversi contesti e con varie modalità.
Alcuni corsi didattici sono stati tenuti presso la biblioteca interculturale “Casa di Khaoula” e presso il centro polivalente “E-20″, questi ultimi in collaborazione con la cooperativa Dolce. Altre attività sono state alcuni tandem linguistici e momenti di incontro tenuti in alcuni locali di Bologna, con la volontà di sviluppare rapporti sempre più forti e positivi tra gli studenti già presenti, altri stranieri interessati alle offerte didattiche di Migrù, ed italiani interessati alle sue attività e ad eventuali collaborazioni.

Venerdì 19 settembre alle 18 in libreria
presentazione del libro di Iacopo Barison “Stalin + Bianca” (edizioni Tunué).
L’autore ne parlerà con Gianluca Morozzi.

“Stalin + Bianca” è un melodramma adolescenziale, una piccola storia di fuga e viaggio dai sottotoni distopici. Tunué, un’interessante casa editrice italiana di fumetti e graphic novel, al Salone del Libro di Torino di quest’anno ha lanciato una nuova collana di narrativa il cui curatore è lo scrittore Vanni Santoni, che ha già pubblicato diversi libri (gli ultimi per Feltrinelli e Mondadori e Laterza) e che scrive articoli per il Corriere della Sera e per altre testate online.

Stalin è un ragazzino di periferia, sta per compiere diciotto anni. Ha capelli corti, baffi enormi che gli sono valsi il soprannome, e gravi problemi nella gestione della rabbia. Il suo quartiere è “un’intera palette di grigio”, dove ogni cosa sembra ripetersi all’infinito, e lui trascorre le giornate con Jean, un vecchio depresso che lo sfrutta subdolamente, oppure con Bianca, una ragazza cieca verso cui nutre un amore platonico. Quando, in seguito a un litigio, Stalin malmena il suo patrigno, le circostanze lo spingono a scappare di casa, portando Bianca con sé: i due attraverseranno una nazione sull’orlo del baratro, costruita sulle macerie dell’immaginario contemporaneo, in un viaggio che sarà la loro occasione per diventare adulti.

Iacopo Barison, nato a Fossano nel 1988, pubblica a vent’anni il primo romanzo tratto dal suo blog.
Racconti e articoli sono apparsi su numerosi siti e riviste. Collabora con minima&moralia.

Gianluca Morozzi è nato a Bologna nel 1971. Ha esordito nel 2001 con il romanzo Despero, edito da Fernandel, e ha raggiunto il successo con Blackout (Guanda, 2004), dal quale è stato tratto un film per la regia di Rigoberto Castaneda. Tra i suoi numerosi titoli ricordiamo L’era del porco (Guanda 2005), Colui che gli dei vogliono distruggere (Guanda 2009), Cicatrici (Guanda 2010, finalista al premio Scerbanenco), Chi non muore (2011), Marlene in the sky (Gallucci 2013). Il suo ultimo romanzo è Radiomorte (Guanda 2014).

Sabato 20 settembre alle 12 in libreria
presentazione aperitivo del libro di Paolo Marino “Strategie per arredare il vuoto” (Mondadori).
L’autore ne parlerà con Renato Barilli.

L’estate ha appena iniziato ad arroventare la pianura quando una crepa si apre nella vita di Edo. La sua è l’esistenza di un normale tredicenne, reso speciale da un’immaginazione sensibile come un sismografo, che trasferisce la più piccola vibrazione della realtà nella vertigine di paesaggi surreali, in cui linee, proporzioni e colori danno vita a un mondo deformato e pulviscolare. Con gli adulti Edo entra in contatto malvolentieri e nella misura dello stretto necessario. Cosa potrebbe esserci di peggio, dunque, dell’incomprensibile accerchiamento di parenti che da un paio di giorni gli si muovono attorno con circospezione? Finché, scomposto e assordante, esplode il cordoglio: qualcosa di terribile è accaduto e i genitori di Edo non torneranno più a casa. Per fortuna gli zii sanno bene cosa fare, Edo andrà a vivere con zia Selma, tutto continuerà come prima. Solo che lui non ha nessuna intenzione di assecondarli. Con una scrittura nitida, lirica, ironica, Paolo Marino ci conduce nella casa di Edo: è qui che si celebrano l’avventura pirotecnica dell’immaginazione, sempre in bilico tra innocenza e inquietudine, e la danza struggente dei rapporti umani. Qui si riannodano i fili di un difficile passaggio all’età adulta.

Paolo Marino vive a Piacenza, dove lavora come giornalista. Nel 2012 ha partecipato al Premio Italo Calvino con un romanzo dal titolo “La casa di Edo”, che ha ricevuto una menzione speciale dalla giuria. Il romanzo è stato poi pubblicato da Mondadori nel 2014 con il titolo “Strategie per arredare il vuoto”.

Renato Barilli è un critico d’arte e un critico letterario. Ha partecipato alla neoavanguardia degli anni Sessanta e ha fatto parte del Gruppo 63. Ha insegnato al Dams dell’Università di Bologna, dove è stato professore ordinario di fenomenologia degli stili dal 1980 e ha diretto il Dipartimento di Arti Visive.

Inoltre sempre sabato 20 settembre alle 14,30
riprendono gli incontri del gruppo “Letture sul sofà”
Il primo libro della nuova stagione è “I Middlestein” di Jami Attenberg uscito lo scorso giugno per Giuntina.