NEWSLETTER della primavera inglese

Un’altra settimana inizia per Trame, a cavallo fra i colori, in questo scorcio di primavera inglese.

Orari i soliti, lunedì e giovedì dalle 9,30 alle 16,30; e martedì, mercoledì, venerdì e sabato, dalle 9,30 alle 19,30.

Ultimi giorni per la mostra di grafica e parole dal pianeta Ork. E una proposta poetica nella programmazione che avviene sulla nostra pagina facebook.

Venite in libreria, e, se vi serve qualche lettura, scrivete!

Martedì 13 aprile alle 18 per Virtual Trame
Jessy Simonini presenta “Campi di battaglia” (Sensibili alle foglie 2021), in dialogo con Federico Picierni, dottorando in letteratura cinese a Cà Foscari e traduttore, e con Maria Luisa Vezzali, poeta e traduttrice.

Le tre parti che compongono “Campi di battaglia” attraversano diversi territori.
La prima tratteggia il profilo dell’identità poetica, la seconda rivolge lo sguardo all’indietro, ai processi rivoluzionari degli anni sessanta e contemporaneamente ci consegna una memoria di figure della famiglia d’origine, la terza si affaccia sulla contemporaneità e le sue contraddizioni.
L’insieme, con ampi riferimenti alla poetica europea, statunitense e afro-caraibica del Novecento, ci restituisce un quadro composito qui sintetizzato nel verso: « Solo per questo scriviamo: per amore di chi ruba da mangiare, di chi si dispera, di chi crepa »

Jessy Simonini (1994) è nato in provincia di Bologna.
Dopo gli studi in letteratura medievale all’ENS di Parigi, attualmente è dottorando e insegnante di letteratura francese a Nantes. È direttore responsabile della rivista di poesia Le Voci della Luna.

NEWSLETTER della pausa pasquale (con Virtual Trame che ospita Giampiero Rigosi e ancora un viaggetto su Ork)

Eccoci di nuovo, con l’incontro dedicato a Giampiero Rigosi visibile sulla nostra pagina facebook a partire dal 2 aprile alle 18, e ancora la mostra da Ork.

Gli orari della prossima settimana sono: lunedì e giovedì 9,30-16,30 martedì 11-19,30 mercoledì, venerdì e sabato 9,30-19,30.

La libreria sarà in pausa per Pasqua e Pasquetta!

Si può venire con le solite modalità, e, se desiderate prenotare qualche titolo, rispondete a questa mail.

Buona primavera.

Venerdì 2 aprile alle 18
per Virtual Trame
le Wilme presentano Giampiero Rigosi in dialogo con Roberto Casalini, accompagnati da William Piana.
L’occasione è l’uscita di “Ciao Vita” per La nave di Teseo.
Annalena Antonia Bruna Daniela Elvira Enrichetta Giuliana Lucia Marianna Mira Morena…WILMA!

Alle Wilme fa molto piacere collaborare nuovamente con Trame.
Giampiero Rigosi è stato tra i grandi generosi autori che hanno contribuito a creare, con i loro racconti gialli e noir, l’antologia “Le ombre della città. Racconti per un’amica lontana”, dedicata a Wilma Lanzarini (pubblicata in Supergialli Mondadori nel 2005 e ristampata da Perdisa editore).
Riportarlo in libreria per noi Wilme è un grande piacere!
Ringraziamo di cuore Roberto Casalini, che ha accettato l’invito per questo incontro davvero importante. E William Piana di Radio Città Fujiko che conduce la chiacchierata.
Le Wilme

Giampiero Rigosi è romanziere e sceneggiatore. Ha scritto per il cinema, la televisione e la radio, insegna narrazione e scrittura creativa, ha pubblicato romanzi e racconti per Theoria, Moby Dick, ADN Kronos, Disney, Mondadori, Einaudi. Anche il suo penultimo romanzo, “L’ora dell’incontro”, è edito da La Nave di Teseo.

Roberto Casalini è giornalista e scrittore. Il suo ultimo libro si intitola “Suonala ancora Sam! Le più belle battute del grande cinema” (Bompiani).

William Piana parla di libri alle 7,30 delle mattine dal lunedì al venerdì su Radio città Fujiko in “Breakfast Club”.

Inoltre prosegue, in orario di apertura, fino a mercoledì 21 aprile la mostra: “Satellites of Ork. Parole e forme da un altro pianeta”.

Il pianeta Ork nasce nel 2017 dopo alterne vicende e con la volontà di dare spazio a tutto quello che la Terra rigetta o a cui non dedica lo spazio che meriterebbe, alle forme di scrittura che passano inosservate, all’arte che segna le nostre città e di cui pochi si accorgono.
Nasce come spazio di pensiero libero e di ricerca, poi come blog, su wordpress (https://morkmindyork.wordpress.com/) e su facebook attraverso la pagina “Mork Mindy Ork”. Nasce nell’idea di un “qui si può” preso egregiamente a prestito da “Musica per vecchi animali”, film del 1989, codiretto da Stefano Benni, in cui il motivo del viaggio, surreale e picaresco in cui si traduce la sostanza del film, è la ricerca di una possibilità, un desiderio, un’utopia.
Uno spazio in cui un bambino possa giocare a pallone, una ragazzina possa fuggire verso la sua storia di libertà, un uomo possa incontrare la sua donna e ciascuno sé stesso, un angolo di mondo in cui si possa recuperare il senso perduto delle cose, fuori dalla velocità, e dalla superficie solo scalfita dalla catastrofe pandemica in corso. Il modo è nelle parole e nelle immagini: la scelta di recensire a modo nostro i libri esclusi dai massimi sistemi dando loro voce (Mindy) e forme (Mork), di segnalare mostre o espressioni di sé relegate a spazi che pochi sanno. Questo è Ork.

Alessandra Bartucca “Mindy” nasce a Tropea, in Calabria, da cui si trasferisce per vivere dal 2001 a Bologna, città in cui si laurea in Giurisprudenza, svolge lavori in settori diversi e riprende il filo dell’amore mai sopito per le Lettere.
Frequenta l’Accademia Drosselmeier, svolge uno stage in una casa editrice che dedica una collana alla letteratura per l’infanzia, collabora con un’altra in qualità di redattrice e correttrice di bozze, frequenta il corso di editing della Scuola Belleville a Milano, scrive saltuariamente per qualche rivista, partecipa al progetto di una Guida Sentimentale di Bologna presso Trame e a quello di riscrittura dei risvolti vittoriniani ai “Gettoni” Einaudi sotto la direzione di Giacomo Verri, collabora come redattrice per un testo di saggistica pubblicato dalla Editrice Bibliografica, e fonda, insieme al compagno, il blog di recensioni “Mork Mindy Ork” dove trova spazio ciò che è fuori dai massimi sistemi.

Antonio Peluso “Mork” nasce a Napoli nel 1978. Si è diplomato al Liceo Artistico di Napoli, ha lavorato come corniciaio nella bottega paterna parallelamente agli studi letterari universitari non portati a termine e, dal 2008, dopo vari giri, vive a Bologna, città di cui si è innamorato a prima vista.
Pittore, intarsiatore, musicista, appassionato di fotografia, ha realizzato diverse mostre a Bologna e Napoli.
Ha lavorato per botteghe artigiane, in particolare a Bologna presso l’ebanista Savigni, da cui ha appreso l’arte dell’intarsio ligneo (nel 2018 la sua mostra di tarsie lignee dedicate alle porte di Bologna, “Il Cerchio di Legno”, riceve il Patrocinio del Comune di Bologna), pubblicato per Mediagraph e come vignettista per il periodico umoristico “Il Cacchio” (riesumazione lo-fi di “Cuore”), ha esposto per “Comix for Equality” nell’ambito di Bilbolbul e dal 2017, insieme alla sua compagna, gestisce il blog “Mork Mindy Ork”, di cui cura la parte illustrativa.