TRAME COMPIE 6 ANNI 30/11 & 3/12 + NERO PUGLIA DAL 29/11 AL 13/12

Inizia il periodo più movimentato per il nostro lavoro. E per Trame dicembre offre anche un’occasione particolare.
Sabato 3 saranno sei anni dalla nostra apertura. Proseguiamo nel cammino anche grazie all’affetto di tanti frequentatori, ad una fitta rete di sostegno, alle collaborazioni con la città, fra Università e centri sociali, fra eventi collettivi e presentazioni in biblioteca.
L’entusiasmo non manca, la superciok aiuta nella quotidianità, ma sabato sera non mancheranno polpette e vino bianco.

Gli orari di Trame restano i soliti, si aggiungono le aperture straordinarie di domenica 4, giovedì 8, domenica 11 e domenica 18 dalle 11 alle 19.
Sabato 24 dicembre la libreria sarà aperta dalle 10,30 alle 18,30.

E’ sempre possibile prenotare titoli, scrivendo a questo indirizzo email o telefonando al n° 051 233333

Vi aspettiamo.
Quelle di Trame.

PS ci scusiamo con chi ieri sera sia andato al Dans la Rue. La serata con Valerio Evangelisti è stata rimandata all’ultimo minuto. Potrebbe essere recuperata venerdì 2 dicembre. Cercheremo di aggiornarvi sul nostro sito e su Facebook.

Mercoledì 30 novembre alle18
in libreria
“Cosa mi porto dentro. Piccola mostra di borse handmade con lettura e visita guidata”
A cura di Gesti di Carta

Sabato 3 dicembre dalle 21,30
festa per il sesto compleanno della libreria.
Per l’occasione Agnese Baruzzi inaugura la sua mostra grafica “All of me. 10 silhouette ascoltando Billie Holiday”.
Alle 22 presentazione del libro di Franco Meli “Il mio nome è Frank Sinatra” (Arcipelago edizioni).
L’autore sarà affiancato da Davide Barbieri come interlocutore verbale, e da Checco “Ted Nylon” Garbari coi suoi vinili e le fonovaligie valvolari.
La serata avrà una deriva danzante…

Collaborazione con la prima rassegna bolognese di storie noir ambientate in Puglia unite alla degustazione di vini rossi di qualità.
“Sotto la suola dello stivale, tutto il NOIR che della Puglia non avete mai visto: vino e letteratura per conoscere il nostro stivale fuori dagli stereotipi”.
presso il Vinificio Brundisium in via Fratelli Rosselli 10/A a Bologna
martedì 29 novembre 2011 alle 19,30 Maria Silvia Avanzato legge “Il dito mignolo del diavolo”
martedì 6 dicembre 2011 alle 19,30 Giuseppe Merico legge “Io non sono esterno”
martedì 13 dicembre 2011 alle 19,30 Omar di Monopoli legge “Uomini e cani”

Mercoledì 30 novembre alle18
in libreria
“Cosa mi porto dentro. Piccola mostra di borse handmade con lettura e visita guidata”
A cura di Gesti di Carta
All’incontro segue un aperitivo.

Cosa mi porto dentro: contenitore utilizzato per custodire o trasportare piccoli oggetti d’uso quotidiano.
Generalmente realizzato in vari materiali
Può avere o meno uno o due manici
Può avere o meno un meccanismo di chiusura
Può avere o meno una fodera
Possiede sicuramente una storia
Avrà presto un’anima…

Sabato 3 dicembre la libreria compie sei anni e Billie & Frankie go to Trame…

Sabato 3 dicembre dalle 21,30
festa per il sesto compleanno della libreria.

Per l’occasione Agnese Baruzzi inaugura la sua mostra grafica “All of me. 10 silhouette ascoltando Billie Holiday”.
Alle 22 presentazione del libro di Franco Meli “Il mio nome è Frank Sinatra” (Arcipelago edizioni).
L’autore sarà affiancato da Davide Barbieri come interlocutore verbale, e da Checco “Ted Nylon” Garbari coi suoi vinili e le fonovaligie valvolari.
La serata avrà una deriva danzante…

Agnese Baruzzi vive e lavora a Bologna come illustratrice.
Ha pubblicato vari titoli per ragazzi in Italia e all’estero (Inghilterra, Francia, Spagna, Grecia, Portogallo, Corea, Giappone, Taiwan, Brasile, Canada, Stati Uniti.)
Lavora con agenzie e studi grafici, e svolge laboratori per bambini nelle scuole e nelle biblioteche.
Collabora con l’agenzia Plumpudding illustration di Londra e con la Contea di Västerbotten (Svezia), dove lo scorso ottobre ha partecipato al progetto di promozione della lettura “Give me five”.
www.agnesebaruzzi.com

Su “Il mio nome è Frank Sinatra”:
“Pochi cantanti hanno saputo plasmare lo showbiz come «The Voice», dalle grandi orchestre swing degli anni Quaranta a Hollywood. E questo con un grave handicap iniziale, l’origine «etnica», che addossa all’artista tutti i pregiudizi sugli italiani degli americani Wasp, biondi e con gli occhi chiari. Anche Frank aveva intensi occhi azzurri e per questo era soprannominato «Old Blue Eyes», ma per il resto il suo fisico tradiva l’origine non anglosassone. «Il punto di partenza obbligato per comprendere Sinatra uomo e artista è la realtà italo-americana di Hoboken nella quale nasce e cresce: il tema dell’immigrazione italiana negli Stati Uniti non può essere eluso». Muovendo da queste premesse, Francesco Meli riscrive il mito Sinatra, e opera da profondo conoscitore della storia americana nell’analisi storico-sociale, e da appassionato quando descrive i frutti canori di Frank.
Narra un’epopea: dalla guida della madre Dolly agli inizi come cantante per Harry James e Tommy Dorsey, al lancio della carriera solistica, aiutato da arrangiatori come Alex Stordahl, Nelson Riddle (nei classici dischi Capitol) fino alle produzioni con Don Costa e Quincy Jones, incrociando sia la canzone di Broadway sia il jazz.
Tra le pagine fanno capolino i nomi che hanno popolato quella vicenda: l’amicizia con compositori come Van Heusen, le registrazioni con Basie ed Ellington e il rat pack con Sammy Davis Jr e Dean Martin. Amici, ma anche rivali: Meli riporta una dichiarazione emblematica di Bing Crosby: «Un cantante come Frank Sinatra compare una sola volta nella vita. Perché è dovuto succedere proprio nella mia di vita?».
Se le analisi musicali sono intrise di entusiasmo, quando si entra nella sfera pubblica e privata l’autore si muove cauto.
Le amicizie pericolose (il boss Giancana) e quelle ai massimi livelli della politica (J.F. Kennedy) presentano un intreccio tra corruzione, potere e sesso che viene ricostruito con precisione, ma senza i pruriti scandalistici oggi consueti.”
articolo di Franco Bergoglio sulla rivista Jazz (marzo 2011).

Francesco Meli è professore associato di “Studi Americani” presso l’Università IULM di Milano. “Visiting e Fulbright Scholar” presso la Columbia University di New York, ha pubblicato saggi e articoli su alcuni classici autori della storia letteraria americana, in particolare Melville, Thoreau e Steinbeck. Ha introdotto in Italia i nomi più significativi, quali Momaday, Ortiz, Lance Henson, Silko e Welch, della contemporanea letteratura nativa americana, forse la più viva tra quelle emerse negli Stati Uniti negli ultimi decenni. Inoltre, oltre che alla storia culturale e musicale della città di New York, ha rivolto l’attenzione verso il cosiddetto “carattere nazionale” americano e le problematicità identitarie poste dalla presenza degli italo-americani.

Ecco la collaborazione con la prima rassegna bolognese di storie noir ambientate in Puglia unite alla degustazione di vini rossi di qualità.
“Sotto la suola dello stivale, tutto il NOIR che della Puglia non avete mai visto: vino e letteratura per conoscere il nostro stivale fuori dagli stereotipi”.
presso il Vinificio Brundisium
in via Fratelli Rosselli 10/A a Bologna
martedì 29 novembre 2011 alle 19,30 Maria Silvia Avanzato legge “Il dito mignolo del diavolo”
martedì 6 dicembre 2011 alle 19,30 Giuseppe Merico legge “Io non sono esterno”
martedì 13 dicembre 2011 alle 19,30 Omar di Monopoli legge “Uomini e cani”

Le letture degli autori saranno accompagnate dalla degustazione di vino Primitivo e Negramaro prodotti da Cantine Due Palme.
Organizzazione: Associazione culturale dry_art
Bookshop in collaborazione con Libreria Trame

Per info:
suoni.dryart@gmail.com www.dry-art.com

MARIA SILVIA AVANZATO
“Il dito mignolo del diavolo”
racconto inedito
vincitore del Premio Nero di Puglia 2011

Nardò, poco lontano da Lecce. Una madre fragile, troppo giovane, viene punta da una taranta. In un rituale senza tempo, gli abitanti del paese si armano di tamburelli, cercano di correre ai ripari. Il coperchio però è ormai stato sollevato e il più orribile dei segreti familiari riemerge dal passato. Una madre uccisa da una verità da nascondere a ogni costo, un figlio che non riuscirà mai a dimenticare.

Maria Silvia Avanzato vive e lavora a Bologna. Scritttrice a tutto tondo, oscilla tra gialli per ragazzi, chick-lit, articoli di crimonologia, romanzi di formazione e racconti noir. Molti i racconti premiati e antologizzati. Il suo sito è www.mariasilviaavanzato.it

GIUSEPPE MERICO
“Io non sono esterno”
romanzo, Castelvecchi editore, 2011
finalista al Premio Carver 2011

Ai margini del mondo civile, in una Puglia fatta di solitudini e rumore di treni che passano, un ragazzino viene segregato dal padre nella cantina di casa: storia di una reclusione, di un’infanzia stravolta, di abusi interminabili. Nei sotterranei della sua anima il ragazzino odia l’uomo che lo tiene prigioniero; allo stempo tempo però impara anche a perdonarlo, in un saliscendi continuo di rabbia feroce e amore disperato.

Giuseppe Merico vive e lavora a Bologna. Pugliese di nascita, è responsabile del settore narrativa della rivista Argo. Scrive su siti e riviste. Dopo la raccolta di racconti Dita amputate con fedi nuziali, ha pubblicato Io non sono esterno, il suo primo romanzo. Il suo sito è www.scrivoeleggo.com

OMAR DI MONOPOLI
“Uomini e cani”
romanzo, Isbn Edizioni, 2007
vincitore del Premio Edoardo Kihlgren Opera Prima 2008

In un Salento molto lontano dalle immagini da cartolina, il comune di Languore progetta di trasformare una salina in parco naturale. E gli eventi si mettono in moto.
Il sindaco è giovane e ottimista, Milena bella e spaventata. Nico ha perso tutto, tranne se stesso. Don Titta Scarciglia maneggia e corrompe. I Minghella addestrano cani e figli da combattimento e Pietro Lu Sorgi, l’eremita, annienta chiunque invada il suo territorio. Una tragedia greca, un western corale e inarrestabile.

Omar di Monopoli vive e lavora in Puglia, a Manduria. Redattore, grafico, scrittore e sceneggiatore, ha esordito nel 2007 con il romanzo Uomini e cani.
Sono poi seguiti Ferro e fuoco e La legge di Fonzi. Ha scritto per la radio e per il web; suoi racconti e articoli sono pubblicati periodicamente su antologie e siti letterari.
Il suo blog è www.omardimonopoli.blogspot.com.

One thought on “TRAME COMPIE 6 ANNI 30/11 & 3/12 + NERO PUGLIA DAL 29/11 AL 13/12

Rispondi